IL MISTERO DELLA SOCIETA’ VRIL

Di Salvatore Santoru

Secondo diverse teorie esoteriche e spiritualiste, l’universo sarebbe pervaso da una sorta di energia universale, nota come “Qi” in Cina e Corea, “Prana” in India e che lo scienziato Nikola Tesla chiamò “etere“.
In Occidente, essa è stata identificata anche come “Vril” a partire dalla pubblicazione nel 1871, di un libro ,”Vril:The Power of The Coming Race” di Edward Bulwer-Lytton, scrittore inglese di fantascienza ma anche appassionato di esoterismo e vicino al mondo delle società segrete, e secondo alcuni autori legato anche ai Rosacroce, tanto che un’altro suo romanzo classico,Zanoni, è stato considerato un testo “iniziatico” .

In “The Coming Race”, Lytton sosteneva che grazie alla conoscenza e alla maestranza del Vril, una nuova tipologia di esseri umani avrebbe dato avvio a una nuova era, e tali concezioni ebbero una forte influenza nella cultura del periodo, a partire dagli ambienti spiritualisti/esoteristi legati alla teosofia, tanto che Helena Petrovna Blavatsky(foto) ne parlò in “Iside Svelata(1877) e la “Dottrina Occulta”(1888), e la teoria del Vril fu ripresa anche da William Scott-Elliot (anch’egli teosofo) e dall’ex teosofo e fondatore dell’Antroposofia Rudolf Steiner.

Risultati immagini per teosofia svastica nazista

Rispetto a tale libro, molto meno conosciuta è la storia che riguarda la “società Vril”, di cui si incominciò a parlare ufficialmente solo dopo la pubblicazione, nel 1960, del libro “Il Mattino dei Maghi” di Louis Pauwels, giornalista e scrittore belga nonché allievo di Georges Gurdjieff, e Jacques Bergier, scrittore e ingegnere francese di origine russa esperto di paranormale.

Il Mattino dei Maghi

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Si pensa che tale società, cui la stessa esistenza non è del tutto provata e secondo alcuni si tratta solo di una leggenda, nacque ufficialmente nel 1921 da un gruppo formato da cinque medium, tra cui le più “famose” sono l’austriaca di origine croata Maria Orsitsch e Sigrun von Enstetten, ma a quanto pare esisteva già da prima con il nome di “Alldeutsche Gesellschaft fuer Metaphysik“(Società pangermanica di metafisica).
Secondo alcune teorie la Vril(nella foto a destra un documento del 1941, relativo allventesimo anniversario dalla loro fondazione) era vicina alla più famosa “Thule-Gesellschaft” e la Orsitsch presumibilmente in contatto con il politologo e generale tedesco nonché allievo di Gurdjieff Karl Haushofer(foto) e l’ingegnere ed esoterista tedesco naturalizzato turco Rudolf von Sebottendorff, noto per essere studioso e praticante di alchimia, numerologia, Cabala e sufismo, nonché per essere il fondatore ufficiale della stessa “società Thule” e per la vicinanza ad altre società segrete(tra l’altro pare proprio che era anche iscritto  alla Massoneria).
La Thule(simbolo nella foto a sinistra), e a quanto pare la stessa Vril(simbolo nella foto a destra), furono particolarmente influenti per la nascita dell’ideologia nazionalsocialista, e fu proprio dalla stessa Thule che si diffuse fortemente il simbolo della svastica, poi emblema del nazionalsocialismo, con il volere di Sebottendorff, Haushofer ( che era buddhista e aveva legami con alcune società orientali ) e di Guido von List ( esoterista neopagano ed esperto di filosofia orientale ).

Dal punto di vista dottrinario, stando ad alcuni articoli che ne parlano, le adepte della “Vril” prospettavano la costruzione di una “nuova era”, basata sulla riscoperta delle antiche conoscenze occidentali e orientali, e con evidenti influenze gnostiche, sembra vedessero positivamente la figura di Gesù Cristo, contrapposto al “Demiurgo” Jahvè(identificato anche come Satana secondo queste tesi), e in tal modo sostenevano il superamento dei sistemi spirituali al tempo dominanti nell’Occidente, come il giudeocristianesimo e il materialismo(http://www.isoladiavalon.eu/terra_cava/articoli/la-societa-vril.html).

Secondo diversi autori, la società Vril è legata alla costruzione dei V7, noti anche come Haunebu, i famosi U.F.O. sviluppati dalla Germania nazionalsocialista durante la II guerra mondiale.
Secondo alcune tesi, per la costruzione di tali .U.F.O. i tedeschi si ispirarono a delle conoscenze esoteriche e spiritualiste, forse diffuse dalla Vril Society e molto popolari all’interno della Germania dell’epoca.
Una delle idee sostenute dalla Vril e da altre società simili dell’epoca e condivisa da buona parte dell’establishment nazionalsocialista, sosteneva che la Terra fosse una sorta di “organismo vivente” e che gli “Dei primordiali” si sarebbero “ritirati” nel centro di essa, ad Agarthi (simile alla “Shambhala” del buddhismo tibetano) ma sarebbero tornati (perlomeno simbolicamente) con l’avvento di una “nuova era”.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...