Fino a che punto erano giunte davvero le ricerche dei nazisti per realizzare armi segrete sempre più potenti? Quali erano i progetti a cui stavano lavorando? E dove sono finiti i risultati dei loro esperimenti? A queste domande tenta di dare una risposta I segreti perduti della tecnologia nazista, attraverso l’analisi di documenti e testimonianze che insinuano in chi legge un dubbio sconcertante: gli UFO sono davvero il prodotto di civiltà extraterrestri, o non sono che il risultato, tenuto accuratamente nascosto, delle scoperte tecnologiche degli scienziati di Hitler di cui gli americani sarebbero venuti in possesso e che ancora oggi continuerebbero a sviluppare? Domande scomode che, con l’ausilio di un imponente lavoro di ricerca, Gary Hyland sottrae al mondo delle ipotesi congetturali per gettare una nuova luce sulla storiografia della seconda guerra mondiale.

FONTE:http://icorvimercatino.blogspot.it/2012/11/i-segreti-perduti-della-tecnologia.html

I segreti perduti della tecnologia nazista – sottotitolo: Le ricerche e gli esperimenti degli scienziati di Hitler, fino ad oggi tenuti nascosti – è il titolo di un saggio di carattere storicoscientifico scritto da Gary Hyland e pubblicato per la prima volta nel 2002 (nel2007 in edizione economica).

L’autore espone in modo dettagliato gli straordinari progressi fatti dalla scienza dalla fine del XIX secolo al termine della seconda guerra mondiale. L’attenzione si focalizza soprattutto sugli esperimenti di grandi scienziati come Nikola Tesla (pioniere della trasmissione dell’energia a distanza), Wernher von Braun (progettista della V2), Henri Coandă, Miethe e Rudolf Schriever. Vengono inoltre descritte le relazioni tra questi scienziati e il nazionalsocialismo.

Elencate le scoperte ufficiali e documentate, viene dedicato ampio spazio alle scoperte ufficiose, ma quasi certe, sconfinando poi nelle pure ipotesi. Vengono in questo senso elencati una serie di progetti ufficialmente abbandonati, come quello del Silver Bug e progetti verosimilmente esistiti, come quello relativo al Mark IV.

Il libro dà conto anche di strani fenomeni (ma con numerosi testimoni), come quello dei Foo fighter. La domanda che si pone l’autore è che fine abbiano fatto tutti quei progetti e quelle ricerche. In questa prospettiva vengono analizzate tutte le direzioni e tutte le piste, anche le più fantasiose. Alla fine, si arriva ad ipotizzare che gli strani fenomeni atmosferici e i numerosi avvistamenti UFOche vi sono stati a partire dagli anni cinquanta, non siano da attribuire a extraterrestri o forze esoteriche, ma siano semplicemente esperimenti militari segreti.

Nell’esposizione delle sue tesi l’autore distingue sempre i fatti ufficialmente accertati dalle ipotesi.

FONTE:https://it.wikipedia.org/wiki/I_segreti_perduti_della_tecnologia_nazista

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...