Di Salvatore Santoru

Nel 2008 fece scalpore la scoperta della tomba di un ufficiale nazista nella foresta amazzone.
Tale scoperta è stata utilizzata per parlare delle poco conosciute spedizioni che la Germania fece a partire dal 1935 in Brasile e nelle foreste amazzoni, sotto la guida del Museo nazionale di Rio De Janeiro, dell’istituto di ricerca di biologia Kaiser-Wilhelm e della sezione internazionale del partito nazionalsocialista (NSDAP/AO), come riporta Wikipedia nella pagina dedicata all’esploratore e geografo Otto Schulz-Kampfhenkel, che di tale spedizione fu capo dal 1935 al 1937.
Negli ultimi anni è stato scritto che tale progetto, soprannominato “The Guyana Project” serviva per creare una possibile nuova base internazionale del Reich, e presumibilmente si dovevano utilizzare le lande amazzoniche come luogo di immigrazione per i “popoli ariani”.
 Hakenkreuz über dem Amazonas: Auf ihren Expeditionsbooten hissten die...
http://niewiarygodne.pl

Al di là di questa spiegazione, ci sarebbe anche da segnalare che probabilmente un’altro motivo della missione era quello di studiare le caratteristiche antropologiche e genetiche delle popolazioni locali indios e presumibilmente le credenze spirituali, per cercare prove sull’origine ancestrale dell’umanità e del cosiddetto “popolo ariano”.

 Braune Entdecker: Zwischen 1935 und 1937 erkundete ein deutsches...
Foto:Spiegel
Per approfondire:alcune foto dell’autorevole quotidiano tedesco “Der Spiegel”
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...